Call of Duty: WWII – Back to the roots!

Sono passati nove anni dall’ultima uscita di un Call of Duty ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale. Activision ha finalmente richiamato i ragazzi di Sledgehammer per riportare la serie là dove tutto era iniziato.

Call of Duty: WWII - Carentan disponibile come Bonus Map ai possessori del Season Pass

La campagna di Call of Duty: WWII si svolge sul fronte occidentale dell’Europa, in particolare si riparte dall’invasione delle spiagge del D-Day, il 6 giugno 1944. La trama è incentrata quasi interamente sulle forze americane, il giocatore vestirà i panni del soldato Ronald “Red” Daniels e dei suoi compagni di squadra nel Primo Plotone, mentre combattono per farsi strada sulle spiagge, attraverso la campagna della Francia e nel cuore della stessa Germania.

Call of Duty: WWII - Trailer ufficiale della Campagna

La campagna tocca vari punti caldi dei precedenti sparatutto della Seconda Guerra Mondiale, come la Foresta delle Ardenne, il summenzionato sbarco, così come un teatro meno conosciuto che è la Battaglia delle Siepi, riservando inoltre qualche sorpresa che non svelerò qua per non rovinarvela. Lungo la strada, controllerai principalmente Daniels, anche se ci sono alcuni punti in cui altri membri della storia potranno entrare in gioco. Occasionalmente potrai comandare veicoli come carri armati e aerei, o potrai lanciarti in missioni di spionaggio per intercettare informazioni e sabotare fortezze con Daniels e il suo equipaggio. La missione di spionaggio è particolarmente accurata, ponendoti nel ruolo di un’agente della Resistenza francese, sviluppando l’evoluzione in modo molto intelligente rispetto alle solite tattiche di forza bruta di Call of Duty.

Activision annuncia Call of Duty: WWII 4

Per quanto possiamo evincere dalla campagna e dalla sua capacità di catturare i momenti più oscuri e leggeri della fratellanza al fronte, della morte e della follia nel cuore della guerra, le diverse prospettive sembrano molto limitate rispetto alle precedenti campagne di Call of Duty. Uno dei più grandi segni distintivi di molti episodi di questa importante serie incentrata sulla Seconda Guerra Mondiale (che hanno portato fino a World at War), è stata l’inclusione di battaglie su vari fronti visti dalla prospettiva di soldati di schieramenti diversi, nello specifico caso Britannici e Russi. Anche se la Seconda Guerra Mondiale racconta una storia più serrata e compressa, sembra quasi un’occasione persa vederla concentrarsi pressoché esclusivamente su una campagna americana con poca o nessuna attenzione rivolta ad altri aspetti del conflitto, specialmente quando una delle sue migliori missioni non riguarda il protagonista, Daniels.

Activision annuncia Call of Duty: WWII 2

Uno degli aspetti più brillanti di questo episodio è la sensazione di controllo che si ha sulla quasi totalità di ciò che ci circonda. È passato molto tempo da quando abbiamo avuto a che fare con fucili Tommy, MP40 e 44 e il Lee Enfield nel loro giusto contesto, e la Seconda Guerra Mondiale ha contribuito in gran parte a reinventare queste armi, ma anche a rendere i loro progetti eleganti e d’impatto come non mai. A questi si affiancano anche una serie di interessanti aggiunte utilizzate in piccola o grande parte attraverso la campagna, durante l’invasione alleata del cuore dell’Europa. Ad arricchire l’offerta, ci sono poi movimenti e animazioni più tradizionali rispetto ai doppi salti ad alta quota e al wall running che potevamo trovare nei precedenti giochi della serie, con buona pace per la “normalità“.

Activision annuncia Call of Duty: WWII

Nonostante la limitazione del gioco al movimento bloccato a terra, WWII risulta fluido nei combattimenti e per buona parte del gioco. Quando ti muovi e spari, il controllo sembra quasi sempre preciso e soddisfacente. Detto questo, ci sono alcuni fastidiosi espedienti, specialmente nella campagna, sciatti e decisamente poco fortunati. Occasionalmente, ti verranno assegnate delle “azioni eroiche” opzionali che ti chiederanno di salvare commilitoni o nemici. Uno di questi richiede spesso di trascinare i soldati feriti in un luogo sicuro. In questi momenti ci troveremo a muovere goffamente il soldato ferito. C’è una sorta di movimento in stile “carro armato” troppo lento e ben poco adatto a ripararti dai danni inflitti, che finirà inesorabilmente per intrappolarti in altri ostacoli, morendo spesso in maniera frustrante. Fortunatamente sono episodi brevi e nel complesso rari.

Call of Duty: WWII - Back to the roots!

Anche la gestione dei colpi subiti e la meccanica di guarigione è cambiata radicalmente, non avremo più soltanto l’effetto “ferita” che oscurerà lo schermo e lo tingerà di rosso, e non basterà più aspettare al sicuro che tutto passi, ma avremo una più classica barra della salute che potremo riempire utilizzando dei kit di pronto soccorso sparsi per la mappa. Potremo anche sfruttare un’altra novità presente in questo episodio, chiedendo il supporto dei nostri commilitoni che potranno fornirci medikit, munizioni o supporto aereo (naturalmente tutti con un bel cooldown in modo da non poter approfittare troppo del loro supporto).

Trailer ufficiale di Call of Duty®: WWII - Carentan

Nel riportare in auge la Seconda Guerra Mondiale e aggiornarla agli standard attuali, CoD: WWII svolge un egregio lavoro, ma allo stesso tempo si sente la mancanza di qualcosa.

Tutte le emozioni che ci potremmo aspettare da un conflitto così crudo, importante, serrato, l’intensità e la tensione della guerra sono ben ricreate, ma la rinuncia al mostrare e farci vivere i panni di altri soldati, altre vite, altri punti di vista è un bel passo indietro rispetto ai precedenti capitoli ambientati nello stesso periodo storico (anche rispetto all’ultimo Battlefield, ambientato anch’esso nel periodo della Grande Guerra).

Ciononostante CoD: WWII è ben lontano dall’essere il peggiore della serie, anzi è un’opera ben sviluppata, in alcuni frangenti anche perfettamente disegnata e costruita, alla quale mancano alcuni elementi per diventare il miglior capitolo della serie.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Call of Duty: WWII
Author Rating
41star1star1star1stargray