Mass Effect: Andromeda (PC)

Mass Effect: Andromeda è disponibile ora su Origin per PC, Xbox One e PlayStation 4 22

Con largo anticipo pubblichiamo l’anteprima di… mmh no forse non è proprio un’anteprima, sono un pochino in ritardo rispetto all’uscita del gioco e ne han parlato (male?) ormai tutti. Meglio tardi che mai, no?

Uscire dopo una trilogia così seminale e che ha redefinito un genere come Mass Effect non è certo un compito facile. Cosa conservi? Cosa cambi? Non ho naturalmente le risposte – per questo i giochi li gioco e non li progetto – ma sono sicuro che Bioware ha passato gli ultimi cinque anni tenendo ben a mente queste domande. Il risultato, beh, mettiamola così: se mi fossi seduto davanti a un computer con il gioco già avviato, avrei immediatamente indovinato che fosse Mass Effect. In parte grazie all’artwork – anche se impostato su un certo numero di pianeti diversi con ambienti diversi, lo stile di Mass Effect traspare dal design dei palazzi, nelle armi, nei vestiti e le razze sono quelle familiari delll’universo ME. Lo stile di combattimento in terza persona su un campo di battaglia pieno di barriere a mezza altezza dietro alle quali nascondersi, il menu di conversazione radiale, il sistema di combattimento e i poteri biotici – sono tutti elementi molto familiari anche se non perfettamente uguali. Quindi non sarebbe un eufemismo affermare che, nonostante un sacco di discorsi sul rinnovare il brand, i designer hanno mantenuto più di quanto hanno buttato via e alcune delle cose che hanno tenuto sono veramente “particolari”. Vediamo cosa.

Mass Effect: Andromeda è disponibile ora su Origin per PC, Xbox One e PlayStation 4 24

Mass Effect: Andromeda (ME: A) è ambientato da qualche parte nella timeline di ME; non è chiaro precisamente quando. Tutte le principali razze si sono unite nello sforzo comune di costruire Andromeda, un progetto atto a colonizzare nuovi mondi, mondi trovati proprio grazie ai sensori a lungo raggio di Andromeda, la name “madre”. Tuttavia, nei 600 anni che le navi colonia hanno impiegato per raggiungerli, i pianeti hanno subito un certo cataclisma ambientale che li ha resi inabitabili inabitabili. A peggiorare le cose, tutte le navi della colonia sono scomparse prima di raggiungere la loro destinazione. La vita non è stata facile nei primi giorni di arrivo delle navi a destinazione (quelle che ce l’hanno fatta) – rivolte, nemici e fauna ostile. Ed ecco che arriviamo noi, nell’unica nave coloniale riuscita a raggiungere il punto di incontro. Potremmo scegliere di impersonare Scott o Sara Ryder (ho provato entrambi e ho trovato le differenze in gran parte cosmetiche) figlio o figlia del Pathfinder della nostra nave coloniale, ruolo che è un mix tra leader, avventuriero e ribelle. Nostro padre muore durante la visita di un pianeta e tocca a noi ereditare il ruolo. Naturalmente la cosa non piace a chi doveva essere il vero sostituto di nostro padre; siamo visti da molti come troppo giovani o troppo poco skillati, dovremo quindi farci valere e guadagnarci il favore e la fiducia di molte persone.

Mass Effect: Andromeda è disponibile ora su Origin per PC, Xbox One e PlayStation 4 21

E veniamo al quello che è il più grande cambiamento per la serie: il gameplay di questo ME:A si sposta verso una sorta di sandbox. Ci sono 7 pianeti in Andromeda tra i quali ci potremo spostare a nostro piacimento (chiaramente una volta scoperti), oltre alla Nexus, il nostro quartier generale, per poter seguire la storyline principale: Come hanno fatto questi pianeti a ridursi in quello stato? Chi sono gli alieni ostili e cosa vogliono? Cosa sono quelle strane strutture aliene che spaziano su questi pianeti? Dove sono le altre navi della colonia? – o affrontare enorme numero di missioni secondarie: catturare un assassino, indagare sul sabotaggio, trovare un team disperso. La missioni sono un buon mix di attività diverse anche se tendono a raggrupparsi troppo i due attività principali: parlare e sparare. C’è il rischio di passare 2 ore senza sparare un colpo e poi altre 2 ore sparando in continuazione. Prima dell’ultima patch c’era anche il problema di non poter “interrompere” alcune delle scene che fanno da intermezzo (e caricamento) tra un viaggio e l’altro.

Le patch post pubblicazione hanno migliorato notevolmente la fluidità del gioco, e con fluidità non parlo delle animazioni ma del “flow”, dell’immersività. Finalmente è possibile saltare molte delle animazioni che rallentavano il gameplay (penso a tutta la parte di spostamento tra i pianeti). Per gli spostamenti a terra, sui pianeti è possibile usare il Nomad. Consiglio caldamente di migliorarlo per renderlo più veloce e maneggevole. Possibile che in un futuro così tecnologico un mezzo su ruote fatichi a fare le salite?

Mass Effect: Andromeda è disponibile ora su Origin per PC, Xbox One e PlayStation 4 33

Il combattimento invece non è per niente male, lo stile ME si sente ma è stato notevolmente migliorato, sopratutto per quanto riguarda la parte di copertura che è più veloce e fluida, avvicinandosi ad una barriera in modalità “combattimento” ci copriremo dietro di essa automaticamente. Unico neo, a volte non è chiaro dietro cosa ci possiamo nascondere oppure no. Può capitare di trovarci davanti ad un grosso masso e a non potersi accucciare perché non “previsto”.  È possibile anche passare automaticamente da una copertura all’altra, anche questa feature non è implementata benissimo e spesso si corre il rischio di vagare attorno ad un oggetto invece di passare a quello a fianco.

Il gioco presenta una vasta gamma di armi, pistole, armi automatiche, fucili da cecchino, fucili da caccia etc.., e un numero veramente massiccio di attacchi di abilità con movimenti speciali, attacchi energetici, attacchi combo. Queste ultime abilità possono essere sbloccate utilizzando i punti exp. Le possibilità sono veramente infinite, la sensazione andando avanti nel gioco è quella di poter diventare invincibile (o comunque molto forte rispetto all’enviroment e quindi perdendo un po’ di sfida durante i combattimenti).

Mass Effect: Andromeda è disponibile ora su Origin per PC, Xbox One e PlayStation 4 32

Non mi dilungherò sulle animazioni visto che se ne è parlato ovunque e in qualsiasi termine, le patch hanno sicuramente limato i difetti sopratutto delle animazioni facciali. Personalmente non ho sofferto molto questi “difetti” anche pre patch ma è innegabile che qualcosa sia andato storto durante lo sviluppo. È comunque un gioco epico, di ampio respiro, visivamente appagante con scorci che spesso mozzano il fiato, pieno di quest secondarie non banali, divertenti, che invogliano a essere portate a termine.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Mass Effect: Andromeda
Author Rating
41star1star1star1stargray