Lasciati incantare dai panorami innevati di Steep

Ahhh la montagna, ahhh la neve, ahhh le montagne innevate. Ricordo ancora quando, da piccolo, varcavo i confini della Valle d’Aosta e davanti ai miei occhi si apriva la valle circondata dalle montagne innevate, uno spettacolo magnifico che mi emozionava e mi estasiava. Spesso dico che lo sci è il mio sport preferito anche se non sono un grandissimo sciatore, diciamo che riesco a scendere a valle senza cadere. Di certo è vero che è l’attività che si pratica immersi nell’ambientazione più bella e suggestiva, quella che Steep si è impegnata a portare sul piccolo schermo.

Steep - la recensione 5

Steep

Steep è una nuova IP di Ubisoft, sviluppata dallo studio Ubisoft Annecy, e chi meglio di loro poteva realizzare un gioco del genere, lavorando ai piedi delle Alpi? Steep è un simulatore? Forse. Io lo considero più un’esperienza. Certamente abbiamo la possibilità di simulare una discesa con gli sci o con lo snowboard o gettarci in picchiata con la tuta alare, o planare delicatamente a fianco delle vette più famose delle Alpi con il nostro parapendio, ma più di tutto possiamo vivere la montagna, spingere lo sguardo verso i bellissimi tramonti e godere del caldo del sole che fa brillare la neve al mattino.

Steep - la recensione 4

Il rumore della neve che si compatta sotto gli scarponi, del grattare della tavola sul ghiaccio, del vento che sibila nelle orecchie durante le discese… è tutto perfetto.

Come avrete capito la parte estetica e del feedback di gioco è perfetta, il motion blur e il senso di velocità sono resi al meglio. Probabilmente passerete la maggior parte del tempo con sci o snowboard ai piedi, sono effettivamente gli unici due “mezzi” realmente interessanti e divertenti per girovagare nel vasto mondo delle Alpi. La tuta alare è divertente fino a che tentiamo di battere il record delle gare a lei dedicate, poco utile e abbastanza noiosa in tutte le altre occasioni.

Steep - la recensione

Il parapendio invece è una brutta bestia. Ho provato la closed alpha e la beta su PS4, e la final release su PC (versione che ho giocato per scrivere questa recensione), e controllare la vela con il pad è impossibile, snervante; su PC con mouse e tastiera, paradossalmente, è tutta un’altra cosa e diventa molto più facile seguire le linee durante le gare. Suggerisco comunque di utilizzare il parapendio per gli spostamenti lunghi, da vetta a vetta, quando vogliamo avvicinarci ad un punto da scoprire o ad un angolino, uno scorcio di montagna particolarmente interessante ma arduo da raggiungere su tavola o a piedi.

Steep - la recensione 3

Come dicevo, Steep è un’esperienza. Mi è capitato spesso di pensare “mi faccio un paio di discese e poi gioco ad Overwatch” per poi rimanere incollato su Steep per quelle due ore, incantato ai bordi di un lago alpino a mezzanotte o preso a scoprire villaggi e luoghi ameni nascosti in mezzo ai boschi.

Fondamentalmente il gioco è un grande open world che comprende quattro aree dell’arco alpino, dove sono naturalmente presenti i famosi picchi del Monte Bianco e del Cervino (qua con il suo nome ufficiale: Matterhorn). Possiamo andare ovunque riusciamo ad arrivare con i mezzi a disposizione, man mano che avanzeremo di livello e continueremo ad esplorare il territorio, si sbloccheranno punti di uscita (respawn point) e sfide di diverso tipo e difficoltà. Avanzare di livello significa avere accesso a punti di accesso sempre più belli e importanti (la cima del Monte Bianco diventa accessibile dal livello 16, per esempio) e sbloccare nuovi indumenti e attrezzature.

Steep - la recensione 1

In Steep sarà possibile giocare assieme ad altri giocatori. Questa feature è abbastanza inutile, giocare live con amici significa condividere le sfide e i punti di accesso sbloccati e avere un moltiplicatore di punti esperienza quando si scende dalla montagna assieme, stando però molto vicini. Worthless.

Per me rimane un’esperienza da godere in solitario, con delle buone cuffie, una domenica pomeriggio uggiosa, insieme a una buona tazza di cioccolata calda… e buona montagna a tutti.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Steep
Author Rating
4