The Metronomicon: un RPG col ritmo nel sangue

Se devo pensare a due generi di videogiochi che adoro, non riesco a non pensare subito ai rhythm game e agli RPG. Così, quando ho scoperto dell’esistenza di The Metronomicon… beh, non ho potuto far altro che iniziare a bramarlo intensamente. Eh sì, perché The Metronomicon è proprio un mush-up tra un DDR-like rhythm game e tutti gli elementi che fanno di un RPG un RPG. Ed è un mash-up assolutamente riuscito.

The Metronomicon arriva a noi dalle menti del team Puuba, già conosciuto per un paio di altri “strani” giochi come WeaponographistConcursion, che già si distinguevano per la commistione di generi; però con The Metronomicon… beh, hanno toccato l’apice, la vetta. E si sono già beccati un paio di award: il Best Indie Game award al PAX East e il Best RPG nomination all’E3.

The Metronomicon: un RPG col ritmo nel sangue 4

Il mondo in cui è ambientato il gioco è afflitto da un grave problema: quasi 40 anni fa hanno iniziato a verificarsi una serie di dance party di massa. Un giorno può comparire una discoteca su una montagna, un altro giorno un rave in mezzo alla foresta. E quel che è peggio è che questi party non fanno altro che attirare mostri amanti della musica che, con le loro mosse di ballo, seminano distruzione nelle areee circostanti.

È quindi stata creata una scuola di ballo, con lo scopo di formare ballerini in grado di investigare le cause di questi strani fenomeni e sconfiggere i mostri a ritmo di musica con passi a due e prese, manco fossimo nelle prime edizioni di Saranno Famos… ops… Amici. E, neanche a dirlo, noi giocatori controlleremo un team formato proprio dai primi 4 ballerini che si sono laureati nella scuola: un guerriero, un paladino, un medico e una (maga) esploratrice.

Ogni singolo combattimento si svolge durante una canzone e con una modalità che – di base – ricorda tantissimo Dance Dance Revolution (o, se proprio non conoscete DDR, potrei dire anche solo Guitar Hero / Rock Band) e le sue frecce che scorrono verso il basso. La particolarità però è che avremo su schermo i 4 spartiti dei 4 personaggi del team: con la pressione dei tasti shift o dei dorsali del controller, potremo scegliere quale spartito evidenziare per completare correttamente la sequenza di comandi con le frecce e permettere quindi al personaggio di lanciare gli attacchi e le magie.

Sulla sinistra troveremo la barra della salute relativa al gruppo, sulla destra quella del mostro con l’indicazione del suo elemento: eh, sì perché bisogna anche ricordarsi che acqua batte fuoco, fuoco batte terra, terra batte fulmine, fulmine batte acqua, fisico ha un bonus un po’ su tutto.

The Metronomicon: un RPG col ritmo nel sangue 5

Come a questo punto avrete immaginato, è inutile dire che troviamo tutte le abilità tipiche da RPG, tra attacchi fisici, attacchi e magie basati sugli elementi, abilità di supporto (incitamento che aumenta i danni causati per un breve periodo, panacea che ripristina gli status alterati) e di cura (una po’ di vita in più serve sempre, no?).

Ogni personaggio potrà avere fino a 3 abilità principali e una secondaria. Le abilità principali vengono lanciate dal giocatore, eseguendo correttamente le sequenze di tasti e sono caratterizzate da tre livelli differenti: quella di livello più basso sarà più facile da lanciare, richiedendo una sequenza più corta, ma anche meno potente, mentre – viceversa – quella al terzo slot sarà più lunga e difficile da lanciare ma anche molto più devastante per il povero mostro. Le abilità secondarie vengono invece attivate automaticamente quando si raggiunge un determinato livello di combo (e ci sono di ogni tipo, a partire da quelle di attacco – costante, ma debole – che di supporto e cura).

Inoltre, come ogni RPG che si rispetti, poteva forse mancare tutta le gestione dell’equipaggiamento, con armi, armature e amuleti dai nomi folli e dagli effetti ancora più folli? Certo che no. E così passeremo molto del nostro tempo nei menù a decidere se è meglio equipaggiare una Protezione gluteus maximus, un frammento di strobosfera o un sobrio cappotto in pelle d’orso… insomma, bisogna sempre essere cool quando si balla, no?

 

La storia principale si svolge nel giro di 50 canzoni, tra livelli speciali con boss e mini-boss, missioni secondarie e cutscene con dialoghi; è inoltre disposizione una modalità di gioco libero e la possibilità di collezionare tutte le canzoni presenti.

Inoltre, non sarebbe una figata giocare con questo dance mat, anziché con tastiera e/o pad?

The Metronomicon: un RPG col ritmo nel sangue 6

Io dico di sì.

Comunque, se ve lo state chiedendo: il gioco arriverà più avanti, in autunno… non c’è ancora la data definitiva, ma ma intanto potete aggiungerlo nella lista dei desideri di Steam, no?

 

The Metronomicon
Developer: Puuba
Price: 19,99 €