Hyrule Warriors Legends (3DS)

Quando è stato annunciato Hyrule Warriors per Wii U la mia faccia si è trasformata in un WTF gigantesco e particolarmente interrogativo: non mi capacitavo del come un qualsiasi tipo di Zelda potesse essere trasformato in un banale Hack & Slash de noartri e come potesse ambire ad un Bayonetta senza sembrare la cosa più ridicola del mondo.

Poi non contenti in Nintendo hanno deciso che il tutto meritasse un porting per Nintendo 3DS e allora mi son detto che un’opportunità gliela si poteva anche dare e che tutto sommato “chi sono io per non provarlo?”.

E quindi eccomi qui a parlare di questo nuovo esperimento.

Auto Draft 24

Hyrule Warriors Legends è un gioco nella sua logica tutto sommato molto semplice: una successione di livelli in cui affrontare missioni differenti (a difficoltà a scelta) e che man mano sviluppano una storia ambientata nella terra di Hyrule. Il gameplay è tipico, come avrete capito di un Hack & Slash: ondate di nemici, grandi combo di armi e via a conquistare obiettivi sulla mappa. All’interno dello stesso capitolo avrete la possibilità di impersonare personaggi differenti alla comodissima distanza di un touch, così da poter gestire azioni differenti in momenti differenti.

Ed è proprio questo cambio continuo che mi ha incuriosito dall’inizio: avete mai sognato di impersonare Ganondorf (certo, al di fuori di Smash Bros. intendiamoci)? Ora potrete farlo. Così come Zelda, Impa, Lana e compagnia cantante, questo Hyrule Warriors esaudisce i sogni perversi di diversi fan della serie, me compreso.

Altro aspetto interessante del gioco è il suo saper intersecare diverse linee storiche, da Ocarina of Time a Skyward Sword, un intreccio che fa fare tuffi nel passato videoludico di ognuno di noi e che fanno un sacco piacere. Certo, la linea grafica non si adatta e questo  un po’ mi sarebbe piaciuto di più. Volete mettere passare da un Wind Waker a un Twilight Princess? Mi vengono i brividi solamente a pensarci.

Certo, non è tutta magia. Ho trovato il gioco abbastanza scattoso in certi passaggi (nulla di ingiocabile, intendiamoci), ma probabilmente il numero di nemici alle volte presenti sullo schermo non agevolano il pur evoluto comparto hardware del New 3DS e spiegano ampiamente il perché sul 3DS normale s’è scelto di avere una versione graficamente meno pompata. Alle volte però ci si chiede perché ci si voglia spingere così in là, stessa domanda che mi son posto giocando Xenoblade. Keep it simple mi verrebbe da dire. 

Auto Draft 25

Anche il touch screen non è a mio modo di vedere stato sfruttato a dovere, basti pensare a come è stata impostata la rotazione degli oggetti dall’inventario: invece che posizionarli sul touch insieme alla mappa s’è deciso di affidarne la scelta alla croce direzionale. Peccato che durante i momenti più concitati dei combattimenti non è sempre una mossa così semplice.

Sempre parlando di “tasti”, mi ha lasciato un po’ perplesso il come vengono gestite le mosse. Le uniche combo disponibili sono una successione di B B B B B B B B e Y Y Y Y-PREMUTO. E vi sfido sinceramente a ricordarvi come fare l’attacco rotante o l’attacco in salto senza premere a casaccio dei tasti ripetitivamente. Sì, questo rende il tutto abbastanza ripetitivo e alla lunga rischia di stancare anche il fan più accanito, sembra quasi che la vittoria o meno contro un nemico sia determinata molto più dal livello del personaggio che stiamo usando più che dall’abilità del giocatore stesso di usare le peculiarità dell’eroe a disposizione.

Nintendo ha comunque tutte le intenzioni di supportare almeno per tutto il 2016 questo suo titolo mettendo a disposizione 4 DLC (uno già pochi giorni dopo il lancio del prossimo 24 marzo) o per i più temerari un intero Season Pass che si vanno ad aggiungere ad alcune novità già disponibili rispetto alla versione Wii U: personaggi e modalità di gioco.

Quindi? Hyrule Warriors Legends è un esperimento interessante. Un must have per i fan di Zelda che hanno voglia di sperimentare, un nice to have per gli appassionati di Hack & Slash. Si tratta di un titolo che può rimanere tranquillamente nelle nostre librerie al fianco di altri, pur con alcune pecche. Certo, se avete già la versione Wii U non so quanto mi spingerei a comprare anche questa nuova uscita.