Le novità per il gaming targate ASUS

Il mondo dei videogiochi ha generato nel 2014, secondo le più recenti stime, un giro d’affari a livello mondiale di più di 81 miliardi di dollari, di cui una fetta decisamente importante (il 26%) è dedicata all’acquisto di hardware PC: si parla quindi di 21,5 miliardi di dollari, con una crescita prevista per il periodo 2014-2017 del 8,1%.

l’Italia, con i suoi 21 milioni di giocatori che generano un giro d’affari di 1,5 miliardi di €, si posiziona alla 9ª posizione tra i paesi al mondo in cui il mercato dei videogiochi (inteso sia come software che come hardware) è più florido, mentre è 4ª a livello europeo.

È in questo scenario che ASUS continua a rinnovare la sua offerta di hardware e periferiche dedicate al mondo del gaming, identificata dal brand ROG (Republic of Gamers) e che offre un range di prodotti completo, di alta qualità e capace di soddisfare anche i videogiocatori più esigenti.

Molte sono le novità in arrivo in questo 2015, che ci sono state presentate giovedì scorso al VIGAMUS a Roma: Desktop, miniPC, portatili, display, periferiche esterne, schede madri e schede grafiche.

ASUS vigamus

I desktop

 

ASUS ROG GR8Tra i nuovi prodotti troviamo il miniPC ROG GR8, una Steam Machine dalle dimensioni ridottissime, paragonabili a quelle di una console, ma che nasconde invece un’anima (e delle prestazioni) votate al gaming: presenta infatti un processore Intel Core i7 accoppiato ad una NVIDIA GTX 750Ti, supporto per monitori 4k/UHD affiancati da un’ottima silenziosità ed efficienza energetica.

Il GR8 sarà successivamente affiancato dal fratellino minore ROG GR6, che avrà invece un processore e un comparto grafico un po’ meno potente rispetto al top di gamma.

ASUS ROG G20Per chi invece volesse invece un tower più performante, c’è il ROG G20: un tower dal design accattivante, che in uno chassis da 12,5 litri ospita CPU Intel Core i7-4790 3.6GHz con 16GB di RAM DDR3, NVIDIA GeForce GTX970 4GB DDR5, un HD da 1TB per il salvataggio dei dati e l’installazione dei giochi affiancato da un SSD da 128GB per ospitare il sistema operativo e i programmi più utilizzati, l’immancabile wifi e bluetooh e un masterizzatore blu-ray. Sono caratteristiche tecniche che rendono il sistema perfettamente adatto non solo al gaming, ma anche a task che richiedono molta potenza come rendering 3D e programmi di grafica e – ovviamente – a tutte le necessità multimediali.

Il design termico sfrutta in modo efficiente la convezione naturale, favorendo il flusso di aria fredda in ingresso dalle ghiere nascoste nella parte bassa e di aria calda in uscita dalla parte alta; in caso di necessità, si attivano due silenziose ventole che aumentano il flusso d’aria tenendo sotto controllo la temperatura interna.

Lo chassis è ulteriormente impreziosito dalla presenza di tre zone LED, totalmente indipendenti tra di loro e dal colore personalizzabile: l’utente, tramite apposita utility, può infatti scegliere i colori dei led, tra gli 8 milioni possibili.

Un desktop senza monitor però non serve a niente: ecco quindi che ASUS presenta il primo monitor della serie ROG: si tratta dello Swift PG2780Q, un monitor ad alte prestazioni da 27″ WQHD che vanta un tempo di risposta di 1ms, mentre è in arrivo per i prossimi mesi anche una versione con pannello IPS e risoluzione maggiore. Ma se 27″ vi sembrano troppi, c’è sempre il VG248QE, uno schermo 24″ con retroilluminazione LED anch’esso capace di un tempo di risposta di 1ms.

I portatili

Passando invece al settore dei portatili, due sono i prodotti sotto i riflettori: il G501, portatile di alta gamma, ultra portatile e il G751 che si configura invece come un vero e proprio desktop replacement grazie al suo monitor da 17″.

asus G501Il primo portatile, il G501, racchiude in soli 20,6mm di spessore e circa 2kg di peso una potente macchina da gioco, grazie ai processori Intel i7 di ultima generazione, il motore grafico NVIDIA GeForce GTX960M e un disco SSD da 128gb. Ma quello che stupisce, oltre all’estrema portabilità, è lo schermo: un pannello 15,6″ in 16:9 con risoluzione 4k, per dettagli perfetti grazie ad una densità di pixel 282ppi.

asus G751Il G751 è invece una macchina dall’approccio totalmente differente: lo schermo da 17″ e le dimensioni più generose lo rendono un po’ più difficile da trasportare e ne fanno invece un ottimo desktop replacement che non ha nulla da invidiare ai classici computer da scrivania. La configurazione di default prevede un’accoppiata 128gb SSD + 1tb HHD, 16GB di RAM e una NVIDIA GTX 980M 4GB DDR5 che può comandare fino a 3 monitor esterni. Incluso nel portatile è presente il sistema Leap Motion, che permette di interagire con il computer semplicemente muovendo le mani a mezz’aria.

Periferiche e componenti

ASUS STRIX IMG_9557

L’offerta di ASUS però non presenta solo soluzioni complete, ma anche una gamma molto varia di periferiche e componenti: oltre alle periferiche marchiate ROG, sono in arrivo nuove cuffie Cerberus, i prodotti con texture mimetica Echelon, e la nuova gamma completa Strix, con cuffie, tastiere, mouse e schede grafiche che vuole intercettare le necessità della maggioranza dei giocatori, a differenza della serie ROG destinata agli extreme gamer.

Tra le caratteristiche più interessanti delle schede grafiche della serie Strix ci sono una notevole silenziosità, maggior risparmio energetico e la possibilità di overclocking in tempo reale. Molto interessante è invece la possibilità offerta dalla suite GPU Tweak di registrare le sessioni di gioco e facilitarne le condivisione in tempo reale su Twich o Ustream.

Per quello che riguarda invece le schede madre, la nuova serie PRO GAMING, destinata al pubblico mainstream, sono basate sull’esclusivo socket X99 di ASUS, in attesa di brevetto: i maggiori pin permettono di avere una stabilità maggiore del processore in overclocking, oltre a permettere di ottimizzare le performance delle memorie.

Per le informazioni complete su tutti i prodotti ASUS, si può fare riferimento ai siti www.rog.asus.comwww.asus4gamers.it e www.asus.it.

La collaborazione con il VIGAMUS

L’incontro è stata anche l’occasione per annunciare ufficialmente la partnership tra ASUS e il VIGAMUS, il museo del videogioco di Roma, e con la VIGAMUS Academy, una delle prime scuole in Italia ad offrire un percorso di laurea triennale dedicata al mondo dei videogiochi.

Oltre a tutti i cimeli storici nell’ambito gaming del videogioco, passando da vecchie console, dischi, periferiche, fino alle famose cartucce ATARI disseppellite dal deserto nel nuovo Messico, il VIGAMUS offre la possibilità di prova la seconda versione dell’Oculus Rift, ovviamente alimentata dai potenti desktop dell’azienda taiwanese.

Inoltre ASUS ha fornito il laboratorio di VIGAMUS Academy dei già citati ROG GR8 e offre la possibilità agli studenti del primo anno, impegnati a sviluppare un’app gaming per piattaforme mobile, di vedere pubblicata la propria app nella vetrina ASUS Plus all’interno del Play Store di Google.