Leo’s Fortune

Leo’s Fortune è uno di quei giochi mobile che, se fossi un publisher, avrei spinto per veder realizzati anche su console. Questo platform degli svedesi di 1337 & Senri è una piccola gemma che unisce un gameplay immediato e una realizzazione tecnica davvero sontuosa, entrambi degni, come già detto, di un titolo per altri tipi di device. Il protagonista si chiama Leo, una palla di pelo baffuta dall’aspetto simpatico che, un giorno, si sveglia e scopre che qualcuno gli ha rubato tutte le sue ricchezze, cosa che lo porterà a seguire un sentiero fatto di monete d’oro che, man mano, sveleranno cos’è successo alla sua immensa fortuna.

Il vostro compito sarà quello di condurre Leo attraverso i vari mondi, facendogli raccogliere tutto l’oro presente nei livelli, saltare da una piattaforma all’altra, risolvere semplici enigmi ed evitare trappole. Il sistema di controllo prevede l’uso di quattro gesture: con la direttrice sinistra-destra farete muovere Leo, mentre quella perpendicolare vi servirà per farlo salire verso l’alto, gonfiarsi oppure restringersi per passare dove altrimenti non riuscirebbe. Come in ogni platform che si rispetti, è fondamentale possedere un certo ritmo per attraversare determinate zone o passare indenni dalle tante trappole sparse in giro. I livelli hanno un design molto ricco e vario, che permette di non annoiarsi mai, anche se in alcuni casi i bruschi passaggi da una sezione all’altra rischiano di indurre all’errore.

LeosFortune

Raccogliere tutte le monete ed eventuali elementi nascosti, oltre a completare il livello senza errori ed entro un tempo limite sono le condizioni necessarie a ottenere le classiche tre stelle. Ogni mondo richiede di recuperarne un certo numero per sbloccare quello successivo, quindi potrebbe capitarvi di dover ripetere più volte un livello, soprattutto avanzando nell’avventura, se non siete stati abbastanza bravi a completarlo in tempo o senza errori, visto che la raccolta delle monete è solitamente il compito più facile. Un altro aspetto in cui il gioco di 1337 & Senri va controcorrente è la totale assenza di IAP, che negli ultimi tempi non sono presenti solo nei titoli free, ma anche in quelli a pagamento (Gameloft mi senti?).

La maggior parte delle recensioni presenti in rete dice che Leo’s Fortune è troppo facile e gode di una longevità esigua, affermazione che non mi trova per nulla d’accordo. Magari sono un po’ imbranato io, ma ho trovato la curva di difficoltà piuttosto elevata sin da subito, tanto da non riuscire a guadagnare le tre stelle nemmeno nei primi livelli, a causa dei continui errori che mi portavano alla morte. Ciò che è indubbio è la difficoltà dipende dalla vostra prontezza di riflessi e da quanto gradirete il sistema di controllo.

Come già detto all’inizio, Leo’s Fortune si contraddistingue anche per una realizzazione tecnica di altissima qualità: i livelli hanno sfondi che paiono disegnati a mano, oltre a elementi grafici davvero dettagliati e un’atmosfera quasi onirica, a cui contribuisce anche la sognante colonna sonora. Il titolo pubblicato da Tilting Point non costa poco (4,49 €), ma garantisce un’esperienza di gioco davvero soddisfacente e abbastanza rara in questo periodo su iOS. Se amate il genere, il mio consiglio è di non farvi spaventare dal prezzo e di acquistarlo a colpo sicuro. Non ve ne pentirete.