LEGO Marvel Super Heroes

I LEGO sono senza dubbio una delle cose più democratiche al mondo. Nonostante il franchise videoludico sia ormai saldamente in mano a Warner Bros. chiunque, conoscendone il potenziale commerciale, non si fa problemi ad associare i propri personaggi pur di portarsi a casa qualche milione di dollari sicuro. Marvel è di proprietà di Disney, ma non ha avuto alcuna remora a fornire la quasi totalità del suo immaginario fumettistico per questo LEGO Marvel Super Heroes, appuntamento pre-natalizio della stravenduta serie sviluppata dagli inglesi di Traveller’s Tales.

La storia, come è ormai tradizione Marvel, comincia poco dopo la fine di The Avengers: mentre viene inseguito dallo S.H.I.E.L.D. e da Iron Man, Silver Surfer viene fatto precipitare sulla terra assieme a una serie di Mattoni Cosmici. I cattivi, guidati dal Dottor Destino e da Loki, li vogliono per creare un’arma di distruzione chiamata Doom Ray of Doom, mentre i buoni devono assolutamente metterci le mani sopra prima degli altri. Il principale punto di forza del gioco è la possibilità di controllare quasi 150 personaggi, molti dei quali inizialmente nascosti e da sbloccare, ciascuno con le sue caratteristiche peculiari e che, quindi, vi costringerà a interpretare quel momento della lunga avventura in modo differente da quel che accadrà in seguito. Ci sono davvero tutti, ma proprio tutti, compresi Howard il Papero (!) e Stan Lee, dotato di un mix di abilità delle sue creazioni più famose, il cui sblocco vi richiederà però immani fatiche. Il gameplay è quello classico della serie, anche se questa volta alla consueta struttura a livelli si è aggiunto un po’ di free roaming, che vi consentirà sia visitare gli edifici della New York virtuale (sia quelli Marvel come la Stark Tower, il grattacielo Oscorp e così via dicendo, ma anche quelli “reali” come la Statua della Libertà e l’Empire State Building, tanto per citarne qualcuno) che altre ambientazioni celebri come la X-Mansion o persino Asgard.

LEGO Marvel SHS_Doc Ock_03

Partiamo da quel che non va bene: la telecamera, purtroppo, non è gestita al meglio, visto che va spesso a incastrarsi in posti ove non ci è possibile vedere cosa sta facendo il nostro personaggio, mentre sarebbe fortemente gradita la possibilità di disattivare il sistema di help contestuale, visto che spesso e volentieri non aiuta, ma tende a confondere le idee, in quanto piuttosto impreciso. Peccati veniali, comunque, che non inficiano più di tanto il divertimento. Lo Story Mode è composto da 15 missioni, affiancate da una dozzina di quest secondarie e dalla possibilità di accedere all’Hellcarrier dello S.H.I.E.L.D. per creare il proprio eroe personalizzato (anche se, va detto, combattere con quelli “ufficiali” è sempre la scelta più entusiasmante). La difficoltà del gioco non è eccessiva, ma se doveste avere problemi e bloccarvi da qualche parte, potrete affidare un secondo controller a un amico e giocare in co-op assieme lui, purtroppo soltanto offline. Il gioco è decisamente longevo: alle circa 15 ore necessarie per terminare la modalità principale ne dovrete aggiungere qualcun altra per sbloccare tutto e finire anche le missioni secondarie. Niente male, no?

Dal punto di vista grafico LEGO Marvel Super Heroes è sicuramente il migliore della serie, forse complice anche la contemporanea realizzazione delle versioni per le nuove console. Le sequenze animate sono degne di stare in uno dei tanti film che Marvel fa uscire in home video durante l’anno, mentre gli ambienti sono davvero ricchi di dettagli e i personaggi sono eccellenti, anche se c’è qualche calo nel frame rate soprattutto nelle situazioni più concitate. Per quanto riguarda il doppiaggio, tutti i supereroi e i villain sono caratterizzati davvero bene, anche se le voci sono quelle di abili doppiatori e non degli attori che li hanno interpretati al cinema (altrimenti il gioco sarebbe costato più di GTA V). In compenso, però, la voce dell’agente Coulson è quella del suo interprete Clark Gregg, mentre per Deadpool, che narrerà le vostre esplorazioni degli edifici di NY, la voce è quella “ufficiale” di Nolan North.

Personalmente, ho trovato LEGO Marvel Super Heroes un ottimo prodotto. Come detto qualche riga sopra, qualche difetto c’è, ma nel complesso si tratta di un gioco davvero di altissima qualità, consigliato a grandi, piccini e a chiunque apprezzi LEGO e supereroi (quindi un insieme di persone davvero ampio). Promosso senza remore.