Games Week 2013: uno sguardo all’Italian Game Developers Summit

Mentre nel capiente padiglione 7 del MiCo, platform holder, publisher e distributori mostravano le loro ultime novità e quello che ci aspetta nel prossimo futuro, dalla parte opposta rispetto all’ingresso della Games Week, si teneva invece la seconda edizione dell’IGDS (acronimo di Italian Game Developers Summit), evento principalmente dedicato ai professionisti del settore videoludico, ma anche a chi volesse farsi un’idea sullo stato dell’industria videoludica italiana.

Games Week 2013 (Milano 25-27 ott. 13)

Build your own castle, find your own princess”, lo slogan della manifestazione, ispirato ad alcuni capolavori videoludici del passato, non è altro che un invito agli sviluppatori a trovare la propria strada e procedere su quella. L’evento è stato aperto, come la GW, dall’ospite d’onore della tre giorni milanese, Nolan Bushnell, fondatore di Atari e creatore di Pong, che ha dato il via alle danze con un bellissimo talk motivazionale molto all’americana, ma il cui scopo era quello di far capire al folto pubblico, composto praticamente dall’intera game industry italiana, è che le buone idee sono molto importanti, ma realizzarle lo è ancora di più. A seguire, Massimo Guarini, fondatore di Ovosonico, il primo sviluppatore italiano a entrare nell’orbita di SCEE come second-party, ha parlato della sua esperienza e si è augurato di essere solo il primo di tanti sviluppatori ad avere questa possibilità.

Games Week 2013 (Milano 25-27 ott. 13)

Dei talk che abbiamo seguito, abbiamo trovato molto interessante quello che ha visto la partecipazione di Joe Dever, autore di Lone Wolf, con i ragazzi di Forge Reply, responsabili del titolo per iOS e Android che uscirà a Novembre, tratto proprio dai libri game che hanno allietato i pomeriggi della nostra infanzia. Molto affascinante e “inspirational”, se mi si passa il termine, l’intervento di Andrea Postiglione di Mangatar, Matteo Palumbo di Interactive Project (già ospite al GameCamp) e Nicola Brisotto di FunGo Studios, che hanno parlato del loro essere startupper e delle difficoltà di tirare su un’azienda videoludica da zero con prodotti indirizzati all’affollato mercato web e mobile. Luca Marchetti di Studio EVIL ha invece espanso il discorso iniziato al GameCamp sui loro serious games dedicati al mondo della salute.

Games Week 2013 (Milano 25-27 ott. 13)

IGDS si è riconfermato l’appuntamento più interessante per il mondo del gamedev italiano. L’organizzazione da parte di AESVI è stata impeccabile e la speranza è che oltre a questo evento, Svilupparty a Maggio (e magari una nuova edizione del GameCamp a Settembre), ci siano sempre più momenti per parlare di sviluppo videoludico nel bel paese e di come stanno andando le cose.